giovedì 17 dicembre 2015

Stella di Natale: cure e leggende.


Euphorbia pulcherrima chiamata anche Poinsettia o Stella di Natale.


E una pianta originaria dal Messico dove cresce naturalmente.

Nello stato selvatico può raggiungere un'altezza dai due a quattro metri.

Il nome Poinsettia deriva da Joel Roberts Poinsett, primo ambasciatore degli Stati Uniti in Messico, il quale introdusse i semi della pianta negli Stati Uniti nel 1825. 


Per avere una buona fioritura la pianta deve stare per buona parte della giornata al buio. 


Andrà  posta in un luogo dove non riceva luce artificiale e in un ambiente comunque illuminato da non più di otto ore di luce solare.


Bisogna bagnarla nel sottovaso e non direttamente sulle foglie, una o due volte alla settimana, facendo attenzione a buttare l'acqua che avanza in modo da non fare marcire la pianta.



Quando perde le foglie, se la pianta ha buone radici e viene posta in un luogo luminoso, lasciandola vegetare per tutta l'estate, a fine settembre riprenderà la sua fioritura.

A questo punto dovremmo riportarla all'interno.


Durante il riposo estivo la si potrà tenere al sole con innaffiature anche sporadiche e qualche concimazione mensile.



Racconta la legenda che..........


In un piccolo villaggio Messicano viveva una bambina di nome Altea, che quando giunse la notte di Natale e tutti andarono in chiesa con un piccolo dono per Gesù, lei rimasse a casa perché non aveva nulla da donargli.


All'improvviso apparve un angelo e le disse: Perché sei cosi triste?


-Perché non ho nulla di portare a Gesù! rispose Altea.


Allora l'angelo le disse: tu hai una cosa molto importante di donare a Gesù: il tuo amore!

Raccogli le frasche che crescono ai bordi della strada e portale in chiesa, vedrai ....il tuo dono sarà il più bello di tutti.

Altea fece come le aveva detto l'angelo e mentre pregava le frasche si trasformarono in una meravigliosa pianta con foglie verdi e rosse.


Era la stella di Natale.






Speso perdiamo il nostro tempo cercando il tesoro fuori, senza accorgerci che c'è l'abbiamo dentro.



lunedì 14 dicembre 2015

Vitamina E (tocoferolo)


Esistono otto tipi di tocoferoli in natura; l'alfa-tocoferolo è il più potente.

Gli olii vegetali ed il germe di grano rappresentano le fonti principali di vitamina E.

La sua azione principale consiste nel proteggere le membrane cellulari dallo stress ossidativo dei radicali liberi, secondaria a questa attività antiossidante è la sua azione anticancerogena ed immunostimolante.


Protegge inoltre la vitamina A dall'ossidazione.


A dosi elevate viene utilizzata anche nella terapia di alcune malattie a carattere degenerativo (m.di Parkinson) e come profilassi secondaria nelle malattie cardiovascolari.


Il fabbisogno giornaliero raccomandato nell'adulto è di 7-10 mg.


Nelle formulazioni cosmetiche il tocoferolo viene normalmente utilizzato in concentrazioni compresse tra 0.01 e 0.1 % inserito nella fase lipo delle emulsioni.


Il tocoferyl acetate è l'estere acetico dell'alpha-tocoferolo ed è una forma idrosolubile del tocoferolo.

La sua attività antiossidante è inferiore a quella della forma libera, però è molto più stabile.

Una volta penetrato nella pelle viene convertito in tocoferolo.





Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Cosmesi/Ingrediente/Tocopheryl_Acetate.html


Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/Cosmesi/Ingrediente/Tocopherol.html

lunedì 5 ottobre 2015

Sopravvivere.


E sorprendente come a volte quando percorriamo momenti difficili pensiamo che quello che ci accade sia troppo da sopportare e invece la vita, gli esseri umani ci confermano che può essere sempre peggio.


Meno male che altrettanto sorprendente è la capacità con la quale l'essere umano si riprende a queste batoste.

A volte siamo noi stessi che con i nostri atteggiamenti permettiamo agli altri di usarci al loro comodo.
Mi sto riferendo di tutte quelle volte che ci sentiamo invasi di pensieri "pesanti", stressati, da stati d'animo che ci fanno sentire un po giù .....

Avete provato a fermarvi un attimo chiedendovi quale sia il motivo del "vostro" stress?

A me è capitato e volete sapere la risposta?
Tante volte lo stress non mi apparteneva!!!!
Era soltanto una sensazione provocata dallo stress da terzi.
Allora ?
Devo stare male io perché gli altri non sanno gestire il loro problemi?
Oppure perché sono troppo furbi e cercano di fare cosi per trovare commiserazione. 

Avete capito?
Conoscerete sicuramente qualcuno che fa cosi?

Ecco come la penso io.

Per la nostra salute mentale e per quella dei nostri cari.
Buoni si, ma non tonti.

E sempre una scelta nostra alla fine.

Spero questo ragionamento vi aiuti a gestire meglio i soggetti in questione, perché a volte purtroppo fanno parte delle nostre vite.



sabato 3 ottobre 2015

Come fare una maschera purificante.



La nostra pelle (lasciando stare i fattori genetici) riflessa in una gran percentuale il nostro equilibro - squilibro interiore, le nostre abitudini alimentarie, i nostri stati d'animo, il nostro essere  a posto con la nostra coscienza.

Quanti di noi abbiamo speso una e più volte dei soldi per l'acquisto di prodotti che promettevano cose che non abbiamo mai visto.


Addirittura dopo uno o due mesi d'utilizzo ci facevano vedere la nostra pelle peggio di prima.



Detto questo vi vorrei proporre una maschera a base di argille.

I minerali racchiusi nell'argilla (silicemagnesio, ferro, calcio ecc.) vengono assorbiti dalla cute che in cambio, cede le tossine accumulate nel tessuto.


La faccio ogni dieci giorni più o meno a costi molto bassi e con risultati eccellenti.


La applico con un pennello e la lascio in posa senza permettere mai di asciugarsi troppo.

La ritiro con una spugna imbevuta in acqua tiepida, picchettando leggermente.


Dopo di ché applico il tonico e la crema. 



Questa è una maschera adatta a pelli  sensibili e secche.

INGREDIENTI:


Argilla bianca (caolino)................1 cucchiaio


Argilla rosa ...............................1 1/2 cucchiaio


Miele........................................ 1 cucchiaio


Acqua di rose q/b (se non c'è l'avete anche l'acqua normale va bene)


Yogurt naturale........................ 1 cucchiaio.


Cacao (preferibilmente amaro)..... 1 cucchiaio.


O.Essenziale di tea tree............... 1 goccia.


O.essenziale di lavanda............... 1 goccia.


Prima mescolo gli ingredienti in polvere, aggiungo il miele, lo yogurt  e alla fine pian piano aggiungo l'acqua fino ad arrivare alla consistenza desiderata.


Non farla tanto liquida perché altrimenti cola...


Per ultimo aggiungo gli oli essenziali (non sono indispensabili). 


Spero provate a farla.




martedì 8 settembre 2015

Sogni condivisi


Grazie alla bellissima iniziativa di una blogger (Romina Tamerici) ho scritto questo post.

Questo è il link:http://tamerici-romina.blogspot.it/2015/09/facondia-parola-settembre-2015.html



Pago ancora la sua esuberante facondia.......

Era un uomo veramente molto bello, uno di quelli che tutti si girano a guardare, uno che soltanto a guardare ti fa venire i brividi.

E quando apriva bocca...... la sua facondia ti avvolgeva come una nuvola di brezza tiepida di settembre, facendolo diventare irresistibile.

Fu cosi che mi innamorai perdutamente.

Ero troppo giovane per misurare certe emozioni anche se a dire il vero non mi piace farlo neanche adesso, però il tempo e gli anni ti fanno imparare a gestire diversamente le cose.

Comunque sia l'ho perso di vista prima di quello che avrei voluto..........
......immaginato........... 
......sognato.




giovedì 3 settembre 2015

Cos'è lo scrub?



Lo scrub è una tecnica di pulizia profonda per eliminare gli strati più superficiali della pelle impura, composta in gran parte di cellule morte che la rendono opaca e spenta.

Oggi parleremo degli scrub meccanici.

Gli scrub di tipo meccanico contengono granuli esfolianti che applicati con massaggi circolari levigano la pelle rendendola più pulita e luminosa
Questi granuli devono essere scelti a secondo il tipo di pelle.

Non vanno mai applicati sulla pelle lesa.

Prima di farsi uno scrub bisogna favorire la dilatazione dei pori mettendo il viso ai vapori di acqua calda (facendo attenzione a non bruciarsi) per una decina di minuti.

Lo scrub si applica sulla pelle bagnata con massaggi circolari insistendo sulla zona T (mento- naso- fronte) dove è più frequente la presenza d'impurità.

Risciacquare con acqua tiepida.

Applicare il tonico e subito dopo la crema più adatta al nostro tipo di pelle.


Io faccio cosi :

Di solito per il viso scelgo sempre i granuli di zucchero bianco oppure lo zucchero di canna perché sono più delicati del sale che uso di solito per il corpo.

Possono essere utilizzati anche le farine di cocco o mandorle.


Scrub adatto sopratutto a pelli normali, sensibili, e/o secca.


Olio di oliva.................1 1/2 cucchiaio.

Zucchero di canna.........2 cucchiai.

Miele ..........................1 cucchiaio.


Se avete la pelle grassa potete sostituire la metà dello zucchero con la farina di cocco e aggiungere al composto qualche goccia di limone.

Spero provate a farlo!










domenica 23 agosto 2015

Disperatamente


Tante volte mi chiedo perché sia così difficile farci capire dalle persone che più ci stanno vicino...sarebbe normale che questo accadesse con chi per diversi motivi è lontano da noi. 

Ma....

... quelli che ci stanno vicino...
....quelli che dicono di volerci bene..........
....quelli che dicono di essere amici.............

Non dovrebbero essere loro i più adatti a conoscerci meglio?

Perché a volte li sentiamo COSI LONTANI!

Non sarò io a debellare questo enigma però vi posso dire cosa faccio per sopravvivere a questa situazione.

Innanzitutto la mia prima regola è:

                  VOLERMI BENE.

Si, perché se io mi voglio bene niente e nessuno riuscirà a farmi abbattere quando per esempio con enorme tristezza mi sentirò incompresa oppure sola essendo vicina ad un "caro amico".


             ARRICCHIRE LA MIA ANIMA.

Cosa intendo?

Coccolarmi ascoltando buona musica, leggendo un libro che mi faccia emozionare, praticando qualche hobby dove poter esprimere liberamente il mio stato d'animo.

              MANGIARE APPROPRIATAMENTE.


Mangiare appropriatamente oltre che allontanare tante malattie vuol dire volersi bene.

A volte vediamo persone che si abbuffano di cibo per non affrontare i veri problemi.

Ma prima o poi dovranno farlo.

                  PRATICARE SPORT.

Vi è mai capitato di sentirvi "nuovi" dopo aver fatto una corsa, un pò di nuoto, un'oretta in sala pesi......?

Sicuramente, molti di voi lo fanno già.

Ma per chi non lo sa....

Provate a fare qualche attività sportiva dopo una giornata stressante di lavoro, oppure dopo una arrabbiatura con il proprio partner o una discussione con la miglior amica (presumendo che l'avessimo trovata).

Rimarrete sorpresi!

Lo sport praticato in maniera appropriata è un toccasana per il nostro corpo e la nostra mente.

Coraggio!

Provare non costa niente!


sabato 15 agosto 2015

Avrebbe potuto essere diverso...




Avrebbe potuto essere diverso.....


Avremmo fatto le nostre solite risate,

i nostri soliti silenzi....

le nostre solite battute

che oltre la distanza ci rendevano felici.


Il tempo non ci ha aiutato

la vita, la gente, e anche 

Dio ti ha voluto vicino.

E tu dovesti andare.


So molto bene che non volevi farlo

sopratutto perché sapevi

che la mia vita senza te  

sarebbe stata a metà.


Oggi avrei dovuto dire

Auguri!

Ma tu non ci sei.......

e io sono una metà 

che disperatamente,

cerca di trovare in ogni creazione Divina 

la tua presenza.


A volte....

ci riesco.









domenica 9 agosto 2015

Nano liposomi snellenti



I liposomi sono strutture vescicolari sferiche, costituite da fosfolipidi 

organizzati in doppio strato.

I liposomi sono stati descritti per la prima volta dall'ematologo britannico Dr Alec D Bangham FRS nel 1961, presso il Babraham institute. Bangham e R. W. Horne li scoprirono mentre provavano il nuovo microscopio elettronico aggiungendo un negative stain (contrasto negativo per microscopi) a fosfolipidi disidratati per studiare gli effetti di questi ultimi sulla coagulazione del sangue. 

La rassomiglianza con il plasmalemma (parete cellulare) fu ovvia, e le immagini al microscopio furono la prima evidenza che la membrana cellulare è composta di un doppio strato di lipidi. (estrato da wikipedia).





Caratteristiche generali:



I liposomi fosfolipidici possono essere assorbiti nello strato corneo e 


penetrare, trasportando acqua e sostanze funzionali.


Ce ne sono diversi tipi;  per citare qualcuno per esempio vi nomino:


nano -liposomi SAP, nano-liposomi multivitaminici, nano liposomi 


antioxidanti, nano-liposomi snellenti ecc.



Oggi vi vorrei parlare più specificamente dei nano-liposomi snellenti; che ho 


avuto possibilità di provare in una crema creata appositamente per 

contrastare piccoli segni di cellulite.



Ovviamente accompagnati di una attività sportiva, e una sana alimentazione 

posso dirvi che ho verificato una discreta riduzione della circonferenza 

addominale e un miglioramento a livello locale delle zone coinvolte.

Questa è la mia esperienza come ho già detto prima "la base" secondo il mio 

parere è l'attività sportiva e l'alimentazione, poi i cosmetici bene strutturati

ci danno un aiuto.


Conosciamoli un po..........


Nano liposomi snellenti:


I nano liposomi snellenti sono formulati a partire di tre attivi: caffeina, 


laminaria ed edera, che producono una serie di azioni mirate a contrastare


le adiposità in eccesso e la cellulite.



Per iniziare la caffeina attiva la circolazione del sangue e ha azione lipolitica.



La laminaria ha azione lipolitica.



Per ultimo ma non meno importante troviamo l'edera che regola la 


permeabilità capillare.



Tutto l'insieme risulta un prodotto assolutamente valido per le nostre 


preparazioni home made indirizzate a trattare la cellulite.



Provatelo!!!



Non vi pentirete.












































martedì 4 agosto 2015

Cosa sono i tannini



Sono composti polifenolici ad alto peso molecolare che precipitano le proteine, solitamente in presenza di proantocianidine  (tannini condensati).

Detto questo, so che per molti di voi non'è ancora ben chiaro cosa siano i tannini, cerco di essere più chiara, vediamo un pò.


I tannini sono complesse combinazioni organiche solubili in acqua e alcool, dotati di potere astringente, presenti in grandi quantità nei vegetali.



Comuni nelle piante vascolari tra cui la più ricca è il Castagno (Castanea sativa), ma anche  cortecce, radici, frutti e foglie  di piante come quercia, abete e acacia.






Bisogna fare una distinzione tra i tannini idrolizzabili derivanti dell'acido gallico, di utilizzo in cosmesi e tannini condensati derivanti dai flavonoidi (agenti di difesa passiva delle piante) chiamati anche proantocianidine.






Le proantocianidine hanno un'eccezionale potere antiossidante sono in grado di stabilizzare le pareti dei vasi sanguini, rinforzando il collagene e le proteine di sostegno.



Offrono quindi un'ottima prevenzione nelle patologie cardiovascolari per le sue proprietà antinfiammatorie,antimutagene e antiedematose.


Vengono utilizzati a livello industriale per la concia del cuoio, data la capacità di trasformare sostanze proteiche gelatinose in sostanze insolubili e imputrescibili.

In enologia i tannini si usano come coadiuvanti per chiarificare i vini bianchi e i vini ottenuti da fermentazione in bianco in quanto favoriscono la precipitazione delle proteine, al contrario i vini rossi vengono trattati con gelatina per allontanare l'eccesso di tannini normalmente presenti in essi.

Per uso esterno i tannini sono utili nella cura delle ferite e nella ricostruzione dei tessuti danneggiati.
Trovano impiego per combattere emorroidi, ferite, gonfiore e infiammazioni.

Hanno utilizzo anche a livello interno.

Volete scoprirlo voi?

Seguite sempre i consigli del vostro medico di fiducia.


domenica 12 luglio 2015

Rispondo a Myrtilla


Ciao a tutti.

Questo post nasce grazie all'invito di una blogger che ha lanciato un "guanto di sfida" ad scrivere qualche battuta concernente al essere equanime.
Vi lascio il link del suo blog:  http://hermioneat.blogspot.it/2015/07/essere-equanime.html .

Io ringrazio e comincio cosi.

Sommersa in un bivio......................... essere equanime in un mondo capovolto.

Come riuscire?
Devo esserlo per forza?
Perché e per chi?

Le ingiustizie sociali che vediamo oggigiorno e alle quali la quotidianità ci abitua (malgrado le nostre buone intenzioni) fanno si che molte persone non assumano un comportamento equanime quando si trovano davanti agli altri.

Questo si accentua quando quell'altro è "diverso".

Diverso?

Da chi?

Basterebbe accettare che ognuno di noi è un essere diverso; con gusti, abitudini, bisogni, sogni, speranze, e tanto altro assolutamente individuali.

Provo a pensare come mi sentirei se qualcuno  incominciasse a "prendermi in giro", oppure "isolarmi" per un mio gusto alimentare, per un mio sogno,oppure per una mia abitudine (mi riferisco a comportamenti sani cioè quelli che innalzano la crescita dell'individuo e la specie)?

Chiedetevelo anche voi.
Sicuramente non piacerebbe a nessuno.

Allora mi dico:

Non fare ad un altro quello che non vorresti che gli altri facciano a te.

Si equo!
Con gli altri, farà bene sopratutto a TE.

lunedì 4 maggio 2015

Dieci e lode........Una signora spugna.




Oggi vi voglio parlare di una spugna che veramente fa differenza.



zetatre.blogspot.com
La conoscete?


Non tanto tempo fa,  facendo la spesa di prodotti per la pulizia della casa ho visto alla cassa in promozione una spugna esfoliante per il viso di questa azienda, che dopo qualche ricerca sul web, ho visto che è da  40 anni sul mercato italiano.
Non l' avevo mai vista prima!

La commessa mi ha detto: la provi signora non si pentirà, e cosi ho deciso di prenderla tra l'altro l'ho pagata due euro.
 Bene devo dire che aveva ragione.....non mi sono pentita anzi mi sono follemente innamorata.

Dopo il primo utilizzo la mia pelle è rimasta liscia e setosa senza neanche aver messo il tonico.
Incredibile!.... di solito ottengo questo effetto facendo delle maschere con argilla, miele, e altri prodotti naturali scelti con cura.

zetatre.blogspot.com
 
Si passa sul viso previamente inumidita con movimenti circolari.
E basta.
Non'è amorevole?
Provatela! Non vi pentirete.






martedì 24 febbraio 2015

Un mare e un attimo.

 La società attuale espone le persone a stati di stress fisici e psicologici che sono all'origine di molte patologie.

Ognuno di noi reagisce in  maniera diversa creando "meccanismi di difesa",assumendo comportamenti e/o abitudini che purtroppo non sempre risultano efficaci.

Starete pensando che vi voglio dare i soliti dieci consigli che vi aiuteranno a sbarazzarvi dello stress?
Oppure consigliarvi qualche posto dove poter rilassarvi .....sempre che ci siano i soldi per farlo?

No, non è cosi, innanzitutto perché non mi piace consigliare nessuno (non sono chi per farlo) secondo perché penso che ognuno di noi deve fare il suo percorso nella vita (che è unico) casomai potrei darvi qualche suggerimento........ ma non farò neanche questo.

Detto questo veniamo al dunque.
Avete sentito già il detto che i più grandi si approfittano dei più piccoli?
Detesto quando accade una cosa del genere, ma pensandoci bene mi sono resa conto di essere anch'io succube di questo.
Vi starete chiedendo come, perché dico ciò?

Perché mi sento succube di persone che non sapendo gestire il loro stress, scaricano a destra e manca tutto quanto in modo tale di sfogarsi senza pensare agli altri.

E poi .....ovviamente loro si "sentono" meglio (almeno per un paio di minuti cosi credono) e i "poveracci" che le stanno a fianco rimangono sommersi in un mare di nervosismo e malessere (per la loro colpa ).

Con questo non vorrei dire di non dare una mano a chi ha bisogno anzi, giustamente per questo  che dobbiamo preservare la nostra salute psico-fisica ma, da aiutare ad essere succubi c'è un mare e un attimo.

Un mare e un attimo?

Si perché chi ha in se, la capacità di voler aiutare gli altri deve stare attento a non lasciare che gli altri si approfittino e utilizzino questo meraviglioso dono. 
C'è chi lo fa inconsapevolmente, ci sono altri che lo fanno apposta.

Scoprirli e farci rispettare significa volerci bene.

Voi cosa ne pensate?




giovedì 19 febbraio 2015

Crema mani idratante-protettiva

Non capita praticamente mai...............  ma dovuto ai "regalini" imprevisti che ho fatto mi sono ritrovata a non avere a disposizione la mia adorata crema mani; crema che faccio da quando ho scoperto il forum di Lola.
Vi ho già parlato del Forum di Lola, delle tante ricette che potete trovare elaborate da persone serie e preparate, e dell'enorme materiale di studio; se non lo conoscete ve lo consiglio vivamente 

Comunque mi trovavo alla Coop e curiosa dei loro prodotti mi sono detta ecco questa è l'opportunità per provare la loro crema mani.
Vi elenco  l'inci della crema mani che ho acquistato.

               Crema mani idratante protettiva linea vivi verde Coop.
                                                 
                                                Inci:

Immagine AQUA (solvente)
Immagine GLYCERIN (denaturante / umettante / solvente)
Immagine CETEARYL ALCOHOL (emolliente / emulsionante / stabilizzante emulsioni /

 opacizzante / viscosizzante)
Immagine CAPRYLIC/CAPRIC TRIGLYCERIDE (emolliente / solvente)
Immagine HELIANTUS ANNUUS HYBRID OIL* (emolliente) 
Immagine BUTYROSPERMUM PARKII BUTTER (condizionante cutaneo / additivo reologico)
Immagine MYRISTYL ALCOHOL (emolliente / stabilizzante emulsioni )
Immagine HYDROGENATED CASTOR OIL (emolliente / emulsionante / tensioattivo / 

viscosizzante)

Immagine SIMMONDSIA CHINENSIS SEED OIL (emolliente) 
Immagine CETEARYL GLUCOSIDE (emulsionante)
Immagine MYRISTYL GLUCOSIDE (detergente)
Immagine CHONDRUS CRISPUS EXTRACT (condizionante cutaneo / additivo reologico)
Immagine ALOE BARBADENSIS LEAF EXTRACT (emolliente) 
Immagine CYMBOPOGON CITRATUS EXTRACT (condizionante capelli / condizionante cutaneo) 
Immagine PARFUM
Immagine LACTIC ACID (agente tampone / umettante)
Immagine XANTHAN GUM (legante / stabilizzante emulsioni / viscosizzante)
Immagine SODIUM BENZOATE (preservante)

La crema si assorbe bene, non lascia quella sensazione di unto che praticamente tutti 
detestiamo, il prezzo mi sembra giusto.
Non so se è un bisogno personale (ho la pelle secca) però dopo un pò sento  che devo metterne ancora cosa che non accadeva con quella che faccio di solito.

sabato 14 febbraio 2015

Per San Valentino ................e non solo




Immagina
Immagina non ci sia il Paradiso
prova, è facile
Nessun inferno sotto i piedi
Sopra di noi solo il Cielo
Immagina che la gente
viva al presente…
Immagina non ci siano paesi
non è difficile
Niente per cui uccidere e morire
e nessuna religione
Immagina che tutti
vivano la loro vita in pace…
Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno
Immagina un mondo senza possessi
mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o fame
La fratellanza tra gli uomini
Immagina tutta le gente
condividere il mondo intero…
Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno

mercoledì 11 febbraio 2015

AVENA: una fonte di salute.

Dal punto di vista nutrizionale, i chicchi dell'avena contengono 60-70% di amido, 14% di proteine e 7% di grassi
Inoltre l’avena contiene molte vitamine del gruppo B, enzimi, sali minerali, come calcio e fosforo, oligoelementi e l’avenina una sostanza che riesce a tonificare, a fornire molta energia e a mantenere l' equilibrio del sistema nervoso. 

Le proprietà nutrizionali e dimagranti dell’avena sono molto evidenti. Specialmente i fiocchi d’avena possono essere inseriti all’interno di una dieta, con l’obiettivo di mantenere sotto controllo il peso corporeo.
 Infatti, dopo che consumiamo questo cereale rimane a lungo un senso di sazietà e questo è sicuramente un vantaggio per chi segue una dieta.
I benefici dell’avena sono molti: contiene molte fibre motivo per il quale permette al nostro intestino di funzionare al meglio, non provoca forti picchi insulinici e riesce a fornire al nostro organismo molta energia.
Diversi studi (University Massachusetts)  hanno provato che potrebbe essere ideale per ridurre il colesterolo.
Gli avenantramidi (componenti dell'avena) sono degli antinfiammatori, che riescono a proteggere dai tumori, perché impediscono lo sviluppo delle cellule cancerogene.

L’avena è importante anche perché apporta gli amminoacidi essenziali, che sono necessari per la formazione delle proteine.
L'unica pecca è che la crusca d’avena è in grado di determinare la produzione di molti gas intestinali, che causano gonfiore addominale per cui è meglio iniziare ad assumerne in modo lento e progressivo delle quantità adeguate, in modo da far abituare il corpo man mano l’introduzione di fibre.