giovedì 27 marzo 2014

Formaldeide........



La formula chimica della formaldeide : CH2O

Chiamata anche metanale, aldeide formica o formolo, la formaldeide è un composto
organico della famiglia delle aldeide costituita da carbonio idrogeno e ossigeno.

Si tratta di un gas incolore, infiammabile e dal forte odore (pungente e irritante).
Secondo la classificazione degli inquinanti dall'Osservatorio sulla Qualità dell'Aria al Chiuso (OQAI) rientra tra i sette inquinanti "altamente prioritari".

Si trova nei detersivi per piatti e detergenti per tappeti,si utilizza nella fabbricazione di colle, resine, solventi, vernici, tessuti.nei deodoranti per ambienti , nei materiali da costruzione. Anche nella produzione di cosmetici la formaldeide compare spesso: prodotti per le unghie, lozioni per i capelli, fondotinta, creme, mascara, colluttori. E poi ancora indumenti, tessuti, deodoranti, disinfestanti. Negli imballaggi: la colla usata nel cartone pressato e in quello utilizzato per rivestire libri, riviste, giornali la contengono.


Il rischio è ............respirarla.


Nel 2004 l'International Agency for Research on Cancer (IARC), la dichiarò cancerogena per l'uomo, ora i sospetti sono rivolti a un'altra malattia altrettanto grave soprattutto perchè non ha ancora una cura, ma un esito fatale certo: la sclerosi laterale amiotrofica (SLA).


Per questa ragione, dobbiamo fare molta attenzione ai nostri ambienti, assicurandoci una buona ventilazione e un buon ricambio d’aria.

Un ottimo rimedio per tenere bassa la concentrazione di inquinanti nel’aria potrebbe essere aiutarci con la natura stessa.

Si, le piante ci aiutano!!!

Possiamo procurarci delle piante da appartamento che aiuteranno a "pulire l'aria" , ho già scritto un post nel quale vi faccio un elenco delle piante con queste caratteristiche, lo troverete con il nome "non solo belle".

L'aria pulita è un diritto, difenderla è un obbligo morale che appartiene a tutti.

martedì 25 marzo 2014

Finalmente!!!

Finalmente!


Si, ancora qui!

Quante volte avete fatto qualcosa della quale dopo vi siete pentiti ?
Una scelta sbagliata?..........

Ma a volte i nostri comportamenti non dipendono esclusivamente da noi.
Vi sarete chiesto come mai è da un pò che non vi scrivo............

Tutto colpa di una scelta sbagliata, si,  la scelta di una compagnia telefonica, che avendo promesso e assicurato che non avrei avuto dei problemi o disagi con la linea telefonica e la connessione internet mi ha lasciato nell'oblio per ben quindici giorni.

Inutile elencare i miei tentativi per riuscire ad avere questa malebendetta connessione, ovviamente senza buoni risultati, l'unica risposta era che non potevano fare diversamente......

Bisognava ASPETTARE.........

Era cosi, inutile parlare, inutile raccontare quello che mi aveva "promesso" quel'incantevole operatore,......... INUTILE!!! VERGOGNOSO!!!!!!!!!!

Ieri grazie alla risoluzione d un consiglio dell'olimpo mi hanno attivato la connessione internet, che testerò e valuterò.
Dopodiché nel caso non soddisfacessero le mie aspettative (hanno iniziato proprio male), potrò recidere il mio contratto.
Ed eccomi qua, un pò delusa, un pò infastidita per come funzionano certe cose, ma sopratutto felice di aver recuperato la possibilità  di poter comunicare con voi.

A presto.



giovedì 6 marzo 2014

Isoliamoci.

Buongiorno cari lettori:
                                 volevo scambiare qualche idea con voi rispetto ad un argomento ormai vecchio ma ancora molto presente visto che non si trova "la giusta forma" di eradicarlo.
Senza voler alzare bandiere femministe, vi voglio parlare della violenza sopratutto sulle donne.

Partiamo dalla base che oggi la società, mostra segni di aver perso i veri valori attraverso i quali si cimentano le relazioni umane.
Non c'è bisogno che vi elenco niente, tutti li vediamo, li sentiamo, al telegiornale, nelle radio, giorno dopo giorno.

I motivi di tale violenza?

Quà ce ne sono di tutti tipi, gelosia, euforia, perdita di controllo.......ecc,ecc.

Io sono del parere che chi fa del male (anche psicologicamente) ad un'altra persona, è un individuo da ISOLARE.
Isolare perché non ha imparato o non vuole imparare a comportarsi in società.

Chi fa del male non guarisce rinchiuso dentro un carcere, forse questo lo aiuta a pensare, forse no....
Chi si sente "grande" maltrattando psicologicamente un'altro (includo i soggetti che se la prendono con  gli animali) deve essere ISOLATO.

Si, isolato per guarire, oppure nel caso non sia possibile trovare la sua guarigione lasciarlo li, al sicuro, in una struttura che possa aiutarlo, e aiutare cosi anche ad altri che non saranno vittime di questi soggetti.

Non basta lamentarsi, non basta piangere, non basta celebrare ogni otto di marzo la festa della donna, e dopo continuare a  lamentarci oppure piangere la morte di una di loro.
A tutti  piacciono le ricorrenze, ma questa proprio, (la festa della donna) penso sia un obbiettivo un pò ancora lontano da raggiungere per essere festeggiato con pienezza.

La nostra società (non tutta ma gran parte) non ha  ancora capito la gravità di questo argomento.

E noi tutti, uomini e donne che amiamo la vita e sappiamo rispettarla, abbiamo l'obbligo morale di fare in modo che i soggetti in questione  imparino a rispettare, dovremmo anche trovare la forma di insegnarlo ai più piccoli.

Ci sono scuole che fanno imparare l'arte della cucina, ci sono scuole d'informatica, ci sono scuole che ci fanno imparare a guidare, oggi dobbiamo (per forza) creare strutture che siano in grado di fare imparare le basi della convivenza e il comportamento in una società.

Andare avanti rinchiudendo questi soggetti non è stata la soluzione del problema, visto che donne (talvolta anche uomini) muoiono in continuazione, aggressioni si vedono ovunque, perciò se riusciamo ad individuare i soggetti che provocano queste disgrazie, AIUTIAMOLI, ISOLANDOLI, COSTRINGENDOLI A GUARIRE.

Facciamole capire cosa vuol dire "rispetto".

In linea generali i malati vanno guariti, ogni malattia ha un suo riparto specifico, una sua cura, allora perché non farlo anche con questo tipo di persone ?
Non sono certa che questa sia la soluzione al problema, ma sono ben certa che qualcosa dobbiamo fare per evitare tutta questa atroce realtà.

Fatemi sapere cosa ne pensate.

mercoledì 5 marzo 2014

Vellutata di cavolo

zetatre.blogspot.com

Ingredienti:
             
1 cavolfiore piccolo

1 patata

1 cipolla

1/2 bicchiere d'acqua

1 cucchiaino di curcuma

1 cucchiaino di sale

pepe

sale

Cuocere a vapore oppure in un pentolino con poca acqua (1/2 bicchiere) il cavolo, la patata e la cipolla (precedentemente tagliati).

Una volta cotti, versare in un contenitore che ci permetta di utilizzare il mixer, (includiamo l'acqua di cottura), aggiungiamo la curcuma il sale il pepe e mixiamo.

Impiattare decorando con erbette,un pezzettino di cavolo oppure una grattugiata di formaggio..

Spero che  provate a farla, è buonissima.