sabato 26 ottobre 2013

Un giorno dopo l'altro






Penso sia chiaro a tutti quanto sia importante praticare attività fisica, ma la cosa più difficile da fare è proprio iniziare....

Ogni giorno c'è sempre qualcosa di "più importante"........ 

Ma se noi prendiamo coscienza che il tempo dedicato allo sport e una inversione per la nostra salute, sicuramente inizieremo a vedere lo sport un pò più vicino a noi .    


Un'altra cosa da tenere presente sono i tempi,non possiamo diventare atleti da un giorno all'altro,dobbiamo farlo per gradi; giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento, consapevoli che l'inizio sarà sicuramente difficile, però man mano che andremo avanti, con la nostra attività (qualsiasi sia) troveremo soltanto BENESSERE (fisico-psichico).


Non'è un discorso facile, perché  siamo abituati ad "accorciare tempi" in quasi tutti gli ambiti della nostra vita, nella cucina, al lavoro, nello spostarci d'una parte all' altra,  nel fare le mansioni casalinghe, ecc.perciò so quanto sia difficile.


Per tutto questo mi piacerebbe condividere con voi qualche mia esperienza che spero vi aiuterà ad iniziare.


Dovete pianificare il vostro allenamento:


-iniziate con qualcosa di leggero, come per esempio una camminata o per chi è in grado una corsa rilassante.


-scegliete dei giorni per fare il vostro allenamento e rispettateli come se fosse un impegno di lavoro.


-Preparatevi magari (se vi piace la musica) un lettore musicale con i vostri brani preferiti da ascoltare intanto  che vi allenate.


-Scegliete abiti comodi, e fate anche attenzione alla scelta della scarpa che deve essere sicura e comoda.


Adesso che abbiamo gli abiti, le scarpe, la musica, e il calendario che ci dice che abbiamo appuntamento con lo sport,vi dò un'altro accorgimento da non sottovalutare.


Cosi come quando mettiamo in moto la macchina non facciamo subito la quinta,cosi dovremo fare con il nostro corpo; cioè, anche lui ha bisogno di essere scaldato.

Ci sono delle tecniche apposta per farlo che magari più avanti,vedremo,(se vi fa piacere).
Però,diciamo per chi parte proprio da zero,basterebbe "iniziare" e "finire" il vostro allenamento a ritmo adagio,respirando in forma serena e rilassata,senza dimenticare di bere prima e dopo l'attività fisica.

Per ultimo,vi dico di prendere questo tempo come uno spazio che appartiene solo a voi,cioè,dovete imparare (giorno dopo giorno) a cacciare via le vostre preoccupazioni,e riempire il tempo dedicato allo sport, di cure per la vostra mente e il vostro corpo.Questo non significa che non si possa condividere con altri.


E ricordate che "le mete..... vanno conquistate.



                                                            A presto.













mercoledì 23 ottobre 2013

 Non ho tutto quello che voglio..................
                     Ma voglio tutto quello che ho.



La vita a colori



Nel nutrirci in maniera sana e consapevole, dovremmo stare molto attenti al contenuto del cibo, alle vitamine,ai grassi,alle calorie ecc , dovremmo leggere attentamente le etichette, per poterci informare su quello che poi mangeremo e  scegliendo siamo attratti anche dal colore di un alimento, ma non pensiamo che questo potrebbe avere anche un effetto terapeutico?
Nella nostra scelta utilizziamo 4 dei 5 sensi: la vista,l'olfatto,il tatto e il gusto, e li  usiamo, quando andiamo a far la spesa,quando andiamo al ristorante o scegliamo una semplice pizza. Questo per dirvi quanta importanza hanno ognuno dei sensi, perché il nostro corpo sa perfettamente di cosa ha bisogno e dovremmo ascoltarlo di più.
Ogni cibo ha una sua specifica valenza cromatica( ovvero sia un colore più o meno acceso e l'abbinamento dei colori in un piatto) che va direttamente ad agire sui nostri livelli di energia, non solo fornendo i necessari principi nutritivi agli organi corrispondenti, ma anche influendo, con la sua vibrazione, sullo stato psicologico.
Per fare un esempio, quando ci sentiamo stanchi, senza energia, siamo istintivamente attratti da alimenti di colore arancione e giallo. Quando sono invece il nostro cervello e il sistema nervoso ad aver bisogno di nutrimento, desideriamo alimenti di colore più scuro e intenso, dal blu al viola. Quando invece siamo inappetenti siamo attratti da alimenti di colore rosso. Buona abitudine, sarebbe al mattino appena svegli, bere mezzo bicchiere d'acqua tiepida con spremuto mezzo limone. Questo piccolo accorgimento fa si, che assumiamo della vitamina C e ci depuriamo.                                                                                            Con questo non sto dicendo nulla di nuovo e che non si sappia, però mi piacerebbe che si abbia la consapevolezza , che sta a noi poter vivere meglio, cambiando piccoli pensieri , piccoli gesti quotidiani, ma che renderebbero il nostro vivere un po' più a 'Colori' .           
 Nei prossimi post,cercheremo di capire meglio le proprietà dei diversi colori ed a quali alimenti sono legati.                                 
                                                     A presto. Mimosa                                                                                                                                                      











domenica 20 ottobre 2013

Non solo belle.....



Nel 1980 un gruppo di scienziati americani iniziano a sperimentare un sistema ecologico per purificare l'aria all'interno delle navicelle da mandare in orbita.
Si scopre così che certe piante d'appartamento rimuovono da un ambiente chiuso il 50% delle sostanze tossiche, come il benzene o la formaldeide, che altrimenti circolerebbero libere nell'aria. Queste particelle vengono assorbite dalle foglie e convogliate dal fusto alle radici dove i microrganismi presenti le metabolizzano e le eliminano.




Ecco Le piante più adatte per purificare l’aria in casa.


La Dracena è una pianta ornamentale molto bella e un’utile pulitrice dell’aria capace di assorbere veleni come: benzene,il tricloroetilene e la formaldeide.
La Gerbera è in grado di assorbire ed eliminare dall’aria molte tossine chimiche.

Hedera Helix, detta Edera Comune è una pianta adatta ad eliminare dall’aria sostanze volatili pericolose come il tricloroetilene e il benzene.


Il Ficus Benjamina combatte il benzene, il fumo, la formaldeide e diverse tossine chimiche.

La Tulipa o tulipano elimina lo xilene, la formaldeide e l’ammoniaca.
L’Aloe Vera appartenente alla famiglia delle succulenta è utile nelle camera da letto durante le ore notturne per assorbire anidride carbonica e arricchire la stanza di ossigeno (come la sansevieria). Inoltre elimina anche la formaldeide.

La Epipremnum Aureum detto Pothos rimuove dall’aria un’increbile varietà di gas chimici, oltre respirare anidride carbonica nella fase diurna è in grado di assorbire anche quantità rilevabili di monossido di carbonio e il benzene.


coloratissimi fiori del crisantemo oltre a donare una nota di vivacità alla vostra casa vi aiuteranno a filtrare il benzene, normalmente presente nei collanti, nelle vernici, nelle plastiche e nei detersivi.


Vi lascio qualcuna da scoprire.........(ce ne sono ancora).....


mercoledì 16 ottobre 2013

L'ABC di una bella pelle





La pelle del viso è sempre esposta al freddo, al caldo, allo smog e alle impurità che ci sono nel'aria, per fare si che non invecchi prematuramente, dobbiamo offrirle tutto quello che ha bisogno.

Per avere una pelle luminosa i pori devono essere liberi di respirare,cioè si ottiene attraverso la detersione.
Esistono in commercio diversi tipi di detergenti:ci sono le acque detergenti, i gel, le mousse,e i latti detergenti.
Dobbiamo scegliere secondo il tipo di pelle,leggendo l'inci per cercare di sceglierla priva di sostanze dannose,anche quando c'è scritto "bio" o "eco",(vedere "Da non dimenticare").

Dopo avere sciacquato bene il viso, occorre utilizzare un tonico(anche questo deve essere adatto al nostro tipo di pelle).
Il tonico serve a rimuovere i residui di detergente,  ristabilire il Ph e aiuta l'epidermide ad attivare la microcircolazione.

Per ultimo dobbiamo applicare la crema,che sarà scelta secondo il nostro tipo di pelle.(approfondiremo nei prossimi topic)

Questi passi devono essere fatti ogni sera prima di andare a letto.

Possiamo aggiungere a queste cure,l'utilizzo delle maschere (una volta alla settimana,più o meno) che verranno eseguite con lo scopo di nutrire,idratare,purificare e/o rilassare la nostra pelle.
Per ultimo, ma non meno importante, vi dico che è importantissimo bere tanta acqua e mangiare alimenti ricchi di vitamine,e ovviamente(se ce la fate) dire addio alla sigaretta.

Questo è solo l'inizio di una serie di topic che serviranno da guida a chi vuole scegliere come cura di bellezza i prodotti naturali.


                                                  Alla prossima.


lunedì 14 ottobre 2013

Rimandare?......uffa.........

Siamo sempre di corsa,continuiamo a rimandare tante cose.....

Quante volte diciamo?..... "ci dobbiamo vedere"....."ci dobbiamo trovare"........"dobbiamo fare questo"......"dobbiamo fare quest'altro"...
e alla fine per un motivo o per un altro spesso rimandiamo.

La prima cosa che mi viene in mente è domandarvi:state bene cosi? oppure vi sentite a disagio ogni volta che dovete "rimandare"?
Se la risposta è si,cioè, se per voi rimandare in continuazione vi fa stare bene, allora potete anche smettere di leggere, perché tutto quello che vi dirò non avrà senso per voi.
Se invece la risposta è negativa vi invito a fare due riflessioni.

Quando un essere molto vicino a noi(un amico,un parente,ecc)ci chiede aiuto,oppure ci fa capire che stà male,che ha bisogno di noi;noi cosa facciamo?
Ce ne andiamo al cinema per dimenticare la "brutta" notizia che abbiamo ricevuto?oppure cerchiamo di stargli vicino?

Lo so,...lo so che sembrano cose ovvie,ma abbiate pazienza che arrivo al dunque.
Ovviamente vorremo stare vicino a lui(generico),per dargli sostegno,per aiutarlo (se riusciamo)..o semplicemente dimostrargli il nostro affetto.
Giusto?
Allora; in tutto questo c'è implicito anche, il concetto di quanto sia importante il nostro tempo;mi spiego meglio:nel nostro esempio abbiamo corso per il nostro amico,lasciando senza troppo pensare,i nostri impegni.
Allora vi chiedo:
è giusto continuare a rimandare?Siamo sicuri che avremmo "tempo (vita)" per poterlo fare?


Perché il tempo...... non lo possiamo trattenere.
Una volta andato..... non torna più.

Alla prossima.











I benefici dell'attività fisica


Io vedo lo sport come  un veicolo che ci porta a...
.
 - prevenire malattie(cardiache,ossee,ecc..)
 -migliorare il rapporto con il cibo
 -ridurre lo stress
 -combattere abitudini dannose per l'  organismo(fumo,alcool,sedentarietà,ecc)
                                              
Questi benefici (ce ne sono tanti altri) non mi sembrano un argomento secondario nella vita di nessun individuo.
So di non avere detto niente di nuovo,ma so anche quanto sia difficile trovare la voglia di fare sport quando uno torna a casa stanco,dopo una giornata di lavoro che a volte non va come noi desideriamo.

Visto che:  
                 1- i geni della informatica non hanno inventato ancora la applicazione che ci permette di allenarci seduti comodamente sul nostro divano(almeno credo)
2-che gli anni passano per tutti.
3-che non ci sono scappatoie .........e a tutto questo se può trovare una soluzione,direi di utilizzare questo spazio come uno scambio di idee e di esperienze che possano aiutare (magari) a chi è ancora seduto sul divano.


                                                                                         A presto....e alzatevi!






domenica 13 ottobre 2013

Belle......o non ......belle?

Ci troviamo sommersi in una società, che ci fa credere che dobbiamo acquistare cose materiali, per sentirci meglio.

La maggior parte dei messaggi pubblicitari sono indirizzati a farci pensare che se prendiamo la “crema di...”saremmo più belle;se prendiamo quell'altra là “a base di”....saremmo più magre;se prendiamo “la borsa di.”....saremmo più attraenti;se prendiamo “la macchina cosi.... o cosa”....diventeremmo... non so....roba da jet set .

Questo è un dato di fatto e su questo non ci si può fare niente,come non ci si può fare niente sul fatto che ci sono persone che condividono questa teoria,e la difendono anche in forma acerrima.

Senza pretendere di essere giudice di nessuno,e rispettando le scelte di vita di ogni individuo permettetemi di condividere con voi questo mio punto di vista.
Leggendo anni fa un libro di E.Fromm,mi è rimasto impresso un concetto che cerco di spiegare oggi a voi.
Le persone non sono importanti per quello che hanno(cose materiali);le persone,sono importanti per quello che sono.
E anche se può sembrare sentimentalismo (vi assicuro che non lo è),penso che sono i sentimenti e i valori che ci distinguono,che ci fanno vivere diversamente.

Solitamente col passare del tempo,borse,creme e accessori vari, rimangono in dietro.
I valori ….permangono per tutta la vita.










giovedì 10 ottobre 2013

Cos'è L'INCI ?


 L'Inci (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è una denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti del prodotto cosmetico.


Dal 1997 è obbligatorio che ogni cosmetico immesso sul mercato riporti sulla confezione l’elenco degli ingredienti in esso contenuti usando la denominazione INCI, scritti in ordine decrescente di concentrazione al momento della loro incorporazione.

Al primo posto si indica l’ingrediente contenuto in percentuale più alta, a seguire gli altri, fino a quello contenuto in percentuale più bassa. Al di sotto dell’1% gli ingredienti possono essere indicati in ordine sparso.
La nomencaltura INCI contiene alcuni termini in latino (riferiti ai nomi botanici e a quelli di ingredienti presenti nella farmacopea; ad esempio “prunus amygdalus dulcis oil” sta per “olio di mandorle dolci”) mentre la maggioranza è in inglese; nel caso dei coloranti si utilizzano le numerazioni secondo il Colour Index (es. CI 45436).
Fanno eccezione i coloranti per capelli, che devono sempre essere indicati col loro nome chimico inglese.

È importante imparare a leggere l’INCI per capire: com'è composto il prodotto,evidenziare i componenti ai quali possiamo essere allergici,scegliere consapevolmente i prodotti più adatti a le nostre esigenze.Certo all’inizio potrebbe sembrare tutto difficile, sia da leggere, sia da capire, ma vedrete che dopo un pò non potrete fare a meno e vi verrà spontaneo.


Vorrei condividere un'idea che penso vi sarà utile per "iniziare a prendere l'abitudine".......


Quando dobbiamo acquistare un paio di scarpe,oltre la qualità guardiamo anche,che il numero sia adatto a noi,vero? 

Lo stesso facciamo quando dobbiamo acquistare un jeans,una maglia ecc stiamo attenti che sia la misura giusta,(quante volte avete lasciato un capo bellissimo, perché non c'era la vostra taglia?..); allora per quale motivo non lo facciamo quando dobbiamo acquistare un prodotto cosmetico?
Cercate di pensare a questo quando acquisterete il vostro prossimo cosmetico.
Se avete bisogno di aiuto puoi sempre lasciare il tuo commento cosi lo discutiamo assieme.

A presto. 


L' ABC della alimentazione


La piramide alimentare è stata elaborata per la prima volta nel 1992 dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti d’America come semplice strumento educativo per spiegare in modo visivo alla popolazione le basi per un’alimentazione corretta ed equilibrata.

Il disegno della piramide alimentare è suddiviso in piani contenenti diversi alimenti, dalla base al vertice. Le dimensioni della base ci fanno capire che gli alimenti posti all'interno del “piano terra” sono quelli che è bene consumare in maggiore quantità e quotidianamente; man mano che si prosegue verso l’alto diminuiscono le dimensioni del piano e quindi anche la quantità per il consumo degli alimenti posti all'interno.

 Nel corso degli anni, la piramide degli alimenti è stata più volte aggiornata, tra diverse modifiche e aggiustamenti, oggi la piramide alimentare è una rappresentazione grafica dell’alimentazione più completa ed equilibrata che ci sia.

Nei post che avverranno cercheremo di capire l'importanza di ogni gruppo e le loro caratteristiche e perché nò anche, di personalizzarla.


A presto.